A BOLOGNAFIERE LA “NUOVA” ASPHALTICA

Il Salone internazionale della filiera della strada approda alla fiera di Bologna e annuncia le novità della prossima edizione.

INIZIATIVE
Redazione
A BOLOGNAFIERE LA “NUOVA” ASPHALTICA

Il Salone internazionale della filiera della strada approda alla fiera di Bologna e annuncia le novità della prossima edizione.

Si svolgerà a BolognaFiere dal 9 al 12 ottobre 2024 la prossima edizione di Asphaltica, il Salone internazionale della filiera della strada e dell’asfalto.  Ideata nel 2003 dall’Associazione SITEB (Strade Italiane e Bitumi), Asphaltica è una nuova importante acquisizione del calendario fieristico di BolognaFiere.

Un appuntamento che richiama oltre 40.000 visitatori da 91 Paesi e che a Bologna può superare sé stessa, coinvolgendo istituzioni, industria di settore e imprese impegnate a collaborare in vista del progresso delle infrastrutture, grazie a un livello sempre più alto di competenze e qualità della filiera italiana. Una filiera, quella legata al mondo del bitume, che in Italia vale tra i 18 e i 20 miliardi di euro, con 400 impianti e 40mila addetti diretti che arrivano a 500mila considerando l’indotto.

Asphaltica rappresenta il più importante appuntamento nazionale ed europeo per gli operatori della viabilità stradale, luogo di incontro ideale per imprese, tecnici, progettisti, mondo accademico, committenti pubblici e privati per aggiornarsi sulle tematiche della progettazione e realizzazione di strade e infrastrutture viarie sempre più efficienti, ecosostenibili e sicure e sulle tecnologie innovative e migliorative dei prodotti, degli impianti di produzione e delle macchine operatrici di cantiere.

Gianpiero Calzolari, Presidente di BolognaFiere dichiara “Siamo molto soddisfatti di questa nuova acquisizione e del trasferimento a Bologna non solo di Asphaltica, ma anche di Siteb, associazione che non solo rappresenta il mercato del settore stradale e delle membrane impermeabilizzanti, ma che tanto investe in innovazione e formazione.  Bologna è terreno fertile per questo settore. Abbiamo qui una Università con oltre nove secoli di storia con cui l’Associazione ha già iniziato a collaborare sulla ricerca del controllo degli odori, abbiamo il Centro Meteo Europeo e un centro di Super Calcolo, le sedi di CNR e di ENEA e BolognaFiere ha il primato tra le fiere italiane per internazionalizzazione”.

L’approdo di Asphaltica e di SITEB presso la fiera di Bologna e la partnership con BolognaFiere costituisce per noi un nuovo step di crescita che testimonia la centralità e la strategicità del settore delle strade per lo sviluppo del Paese. Una crescita che vede impegnate quotidianamente le nostre imprese, oggi sempre più focalizzate sulla promozione di attività sostenibili e tecnologicamente innovative. La prossima edizione di Asphaltica vedrà numerose novità, a partire dall’apertura all’intero mondo delle strade e al suo indotto, che proietteranno la nostra fiera oltre i risultati raggiunti nelle precedenti edizioni”, ha commentato il Presidente di SITEB – Alessandro Pesaresi.

Asphaltica 2024

Le novità e i convegni di Asphaltica 2024

Nel 2024 Asphaltica ospiterà nuovi settori appositamente inseriti come protagonisti del mondo delle strade: la sicurezza stradale, la segnaletica e le barriere che, insieme all’asfalto, completano la filiera.

Durante i quattro giorni di fiera ampio spazio sarà dedicato a dibattiti, workshop, seminari e convegni di rilievo e di alto livello scientifico sulle tematiche più attuali del settore. I convegni istituzionali, organizzati direttamente da SITEB e i workshop aziendali degli Espositori, saranno di richiamo per i tanti visitatori in cerca di novità tecnologiche, aggiornamenti normativi, nuovi progetti e nuove idee con particolare riguardo a sicurezza, salvaguardia dell’ambiente e salute del cittadino, con il coinvolgimento sia dei privati che delle Pubbliche Amministrazioni.

I numeri di Asphaltica: tra passato e futuro

Nell’ultima edizione (dal 3 al 7 maggio di quest’anno) Asphaltica ha registrato 41.002 visitatori da 91 Paesi, 85 espositori di cui il 21% esteri provenienti da 21 Paesi, 5.000 Mq di superficie espositiva netta e 106 buyers internazionali provenienti da 36 Paesi