A FIRENZE È TEMPO DI TourismA

Il Salone dell’Archeologia e del Turismo Culturale torna a fine febbraio.

TURISMO
Susanna Bagnoli
A FIRENZE È TEMPO DI TourismA

Il Salone dell’Archeologia e del Turismo Culturale torna a fine febbraio.

Tutto pronto per la X edizione di TourismA, il Salone dell’Archeologia e del Turismo Culturale che ogni anno si tiene a Firenze, che si svolgerà al Palazzo dei Congressi dal 23 al 25 febbraio ed organizzato da Archeologia Viva (Giunti Editore). Anche quest’anno saranno ospiti molte voci importanti della cultura italiana e sono previsti incontri aperti al pubblico, stand, laboratori didattici, lezioni di geroglifico, mostre, cinema, premi internazionali, installazioni multimediali, virtual tour, archeodegustazioni di pietanze etrusco-romane. Tra i big in programma quest’anno ci sono il giornalista Aldo Cazzullo, il filologo Luciano Canfora, il geologo Mario Tozzi, il medievista Franco Cardini, il paleoantropologo Giorgio Manzi, l’archeologo classico Andrea Carandini.

Il turismo culturale ed archeologico ha nel nostro paese un ruolo centrale: uno studio di Ciset – il centro internazionale di studi sull’economia turistica – sottolinea come i visitatori dei beni culturali siano passati dai 38 milioni del 2013 ai 55 milioni del 2018; un incremento del 44%.

Gli stand

TourismA propone tre giornate a ingresso libero e gratuito per parlare di archeologia, ambiente e turismo culturale, con particolare attenzione alle modalità del viaggiare in forme sempre più sostenibili. La rassegna è un punto di riferimento per tutti gli appassionati del mondo antico che possono entrare in contatto con le novità principali del settore. Lo scorso anno furono i bronzi ritrovati a San Casciano dei Bagni.

Inoltre per gli studenti sono previsti i laboratori di archeologia sperimentale dove si potrà imparare a costruire una lucerna romana, creare pendagli con incisioni in etrusco, realizzare un cartiglio egizio, suonare strumenti musicali preistorici.  I laboratori sono tutti i gratuiti, con prenotazione.

“Dieci anni sono un grande traguardo – commenta Piero Pruneti, direttore di Archeologia Viva e di TourismA –  La manifestazione è diventata punto di riferimento per gli operatori turistici alla ricerca di sempre nuove proposte in arrivo dal mondo dell’archeologia e del patrimonio ambientale. Al tempo stesso è una grande festa della cultura, aperta e gratuita per tutti. Ne siamo molto orgogliosi”. Tutti gli eventi sono a ingresso libero e gratuito.

Link  per info www.tourisma.it

Photo credits: fotografo Beppe Cabras