ARRIVA MEDICILIO, IL SERVIZIO CHE PORTA “L’OSPEDALE” A CASA

Il delivery che porta a domicilio la salute. Cantieri Digitali MedTech permette agli utenti di prenotare facilmente visite mediche senza uscire dalla propria abitazione e senza dover rinunciare a qualità dei trattamenti e sicurezza della persona.

SALUTE
Tempo di lettura:5 Minuti
Sara Stefanini
ARRIVA MEDICILIO, IL SERVIZIO CHE PORTA “L’OSPEDALE” A CASA

Il delivery che porta a domicilio la salute. Cantieri Digitali MedTech permette agli utenti di prenotare facilmente visite mediche senza uscire dalla propria abitazione e senza dover rinunciare a qualità dei trattamenti e sicurezza della persona.

Nell’era in cui è possibile ordinare qualsiasi cosa comodamente da casa, Medicilio si propone come pioniere dell’healthcare delivery, un nuovo approccio alla cura della persona, frutto dell’incontro tra medicina e innovazione. Grazie a un solido know how tecnologico, competenze scientifiche e accessibilità online, Medicilio porta i servizi ospedalieri nel luogo di maggior sicurezza e comfort per ogni paziente: la sua abitazione. L’obiettivo quindi è offrire il massimo confort ai pazienti che non vogliono o non possono spostarsi garantendo, al tempo stesso, tempi di attesa sensibilmente ridotti e la medesima qualità delle strutture fisiche.

In questa prima fase, i servizi offerti da Medicilio spaziano da radiologia (esami radiografici), fisioterapia (riabilitazione e tecarterapia), cardiologia (elettrocardiogramma e holter), dermatologia (analisi nei sospetti), odontoiatria (igiene dentale e sbiancamento), telemedicina (consulti con medico di base online). Le prestazioni sono prenotabili comodamente online, oppure tramite le convenzioni stipulate con strutture ospedaliere e reti di farmacie. Attualmente, Medicilio ha attive, a livello lombardo, una serie di partnership con player di rilievo quali Humanitas Medical Care, UGO e LaFarmacia (Hippocrates Holding).

Questo modello di “ospedale decentralizzato”, oltre che tra pazienti e partner, ha già raccolto un vasto apprezzamento anche tra gli investitori: Medicilio ha infatti chiuso due round di investimento, per un totale di oltre un milione di euro raccolti da una serie di finanziatori, tra cui il principale è Seven Investments, fondo che fa capo ad Angelo Mario Moratti. Il progetto si fonda su di un’attenta analisi dei cambiamenti socioculturali che stanno interessando la sanità. E di questi, la prima considerazione è che una fetta significativa della popolazione preferirebbe evitare di recarsi in ospedale o, addirittura, è impossibilitata a farlo a causa di difficoltà motorie. Inoltre, la pandemia da Covid-19 ha reso evidente l’importanza di ridurre gli accessi in ospedale, per limitare il rischio di contrarre infezioni e sgravare il carico del sistema sanitario nazionale; infine, il progresso tecnologico ha reso più semplice il trasporto dei macchinari necessari a fornire diagnostica e trattamenti, dalla qualità ospedaliera.

“Crediamo che abilitare la medicina domiciliare, attraverso soluzioni tecnologiche digitali, conduca a un’esperienza significativamente migliore per i pazienti e per il sistema sanitario. È infatti molto complicato, per anziani disabili e pazienti allettati, accedere ad esami diagnostici di qualità. Rispondere a questa esigenza è diventata la nostra mission. Così abbiamo creato Medicilio”, ha commentato Mattia Perroni, Founder di Medicilio. Un nuovo modo per accedere a servizi diagnostici e trattamenti di qualità, che arrivano direttamente a casa del paziente o per via telematica. Una comodità utile sia alle persone con impedimenti motori sia per coloro che non vogliono recarsi fisicamente nelle strutture sanitarie.