AVANTI TUTTA, CARA AMICA BICICLETTA!

La due ruote capace di far riscoprire il valore dello spostarsi in modo sostenibile, piacevolmente slow e in salute. Dati di vendita impressionanti, un trend in costante aumento con anche un’inarrestabile crescita delle e-bike.

AMBIENTE
Francesca Franceschi
AVANTI TUTTA, CARA AMICA BICICLETTA!

La due ruote capace di far riscoprire il valore dello spostarsi in modo sostenibile, piacevolmente slow e in salute. Dati di vendita impressionanti, un trend in costante aumento con anche un’inarrestabile crescita delle e-bike.

Mobilità green e sostenibile? A tutta birra amica bicicletta! A dirlo sono proprio gli italiani che, negli ultimi due anni, complici anche le misure restrittive imposte dalla pandemia e le conseguenti zone rosse e arancioni, hanno sviluppato, per forza o per diletto, una nuova sensibilità per la due ruote. Alla base di questo cambiamento da una parte i bonus e gli incentivi governativi, dall’altra le nuove abitudini scaturite in seguito al Covid-19 che hanno permesso di riscoprire il valore di un diverso modo di spostarsi nel day by day – ma anche nel weekend – con un occhio all’ambiente. Un modo, forse, anche di rallentare o di godere dell’ambiente circostante che, per fin troppo tempo, è stato dato per scontato. Ed ecco che una nuova inversione di tendenza, green, sostenibile e più calma sembra aver preso piede libero. A confermarlo anche i dati di Subito, piattaforma numero uno in Italia per vendere e comprare in modo sostenibile con oltre 13 milioni di utenti unici mensili, che registra un trend di crescita a doppia cifra anche rispetto a un anno straordinario come il 2020: 60 milioni di visite nella categoria Biciclette nel 2021, con un +10% rispetto all’anno precedente.

Complice probabilmente anche la scarsa disponibilità del nuovo, anche i dati di vendita sono impressionanti: su Subito nel 2021 è stata venduta 1 bicicletta ogni 2 minuti, per un totale che sfiora i 250.000 pezzi. Continua anche la crescita inarrestabile delle e-bike, +14,8% di ricerche, mentre sembrano rallentare i monopattini elettrici, con un -3,4% rispetto all’anno precedente.

Pensando alla mobilità sostenibile, la bici sicuramente lo è per natura, se poi è usata il suo impatto positivo sull’ambiente si moltiplica. Basti pensare che, considerando i costi ambientali di produzione di una bici nuova, mediamente l’acquisto di una bici usata permette di risparmiare l’emissione in atmosfera di 99 kg* di CO2, che diventano 82kg per una MTB o 47kg* per una bici da bambino.

Ma che cosa hanno cercato (e comprato) gli italiani su Subito nel 2021 in fatto di bici?

In testa alla classifica dei modelli preferiti, balza all’occhio il primo posto della mountain bike, che conquista anche il settimo posto con la versione elettrica. Ciò che emerge dalla classifica delle ricerche su Subito è soprattutto l’interesse degli italiani per biciclette dedicate a utilizzi molto specializzati e sportivi. Se ciò è chiaro per il primo posto, vale anche per le bici da corsa, al terzo posto, e per tipologie di bici meno note per i neofiti del settore come la gravel, al quarto, che sono ottime bici per fare lunghi viaggi, magari in stile bike-packing, super efficienti per lunghe pedalate anche su ghiaia e strade sterrate. Per quanto riguarda le ricerche per enduro (5°) e BMX (8°) si rifanno invece a due discipline ciclistiche specializzate e alle rispettive due ruote con caratteristiche dedicate per performare al meglio in questi sport. Più “cittadine” restano le e-bike (2°), le bici pieghevoli (7°) e quelle da donna (10°), utili per una mobilità quotidiana senza sforzo oppure alternata ad altri mezzi di trasporto, ma anche l’intramontabile Graziella, posseduta oggi da Bottecchia, e che rappresenta la bicicletta status symbol degli anni ‘60, conosciuta come “la Rolls-Royce di Brigitte Bardot”, basica e iconica al tempo stesso.

Parole di conferma arrivano anche dalla città della Torre Pendente dove Mario Gulino e Maria Elena Mancuso hanno dato vita da alcuni anni alla loro “Smile & Ride”, un negozio specializzato nel noleggio e vendita bici a pochi passi dalla stazione ferroviaria di Pisa Centrale.

“Le bici più richieste – conferma Mario Gulino – da italiani e stranieri sono quelle più tecniche come le gravel, utilizzate per visitare il territorio pisano o per viaggi di più giorni alla scoperta della Toscana. Anche le E-Bike stanno continuando il loro trend positivo e sono sempre più numerose le famiglie che scelgono di fare una vacanza sulla due ruote. Le esigenze e i gusti sono diversi e variegati ma il comune denominatore è sempre e solo uno: ridurre l’impatto ambientale e tendere la mano alla mobilità sostenibile. Per assecondare queste nuove tendenze e. soprattutto, per favorire un turismo più lento e sempre più green, anche noi nel nostro piccolo abbiamo ampliato la nostra flotta di bici, con E-Bike in versione touring, E-MTB e nuovi modelli per ragazze e ragazze. Quando provi la bicicletta non la lasci più”.

E tu? Ma dove vai se la bicicletta non ce l’hai?