BUON COMPLEANNO AL DAVID DI MICHELANGELO

Collocato nel 1882 nella Galleria dell’Accademia, per i suoi 140 anni i festeggiamenti dureranno per tutto il 2022 con grandi ospiti tra cui a giungo Patti Smith a Firenze.

TURISMO
Susanna Bagnoli
BUON COMPLEANNO AL DAVID DI MICHELANGELO

Collocato nel 1882 nella Galleria dell’Accademia, per i suoi 140 anni i festeggiamenti dureranno per tutto il 2022 con grandi ospiti tra cui a giungo Patti Smith a Firenze.

È ambasciatore e simbolo della cultura italiana nel mondo, con la sua bellezza e perfezione rinascimentale. Il David di Michelangelo ha anche raggiunto una ‘certa’ età, pur restando come tutti i capolavori, eterno. Ricorrono infatti i 140 anni da quando venne collocato nella tribuna della Galleria dell’Accademia di Firenze, il museo che lo ospita e che ogni giorno è meta immancabile di turisti e visitatori. Per festeggiare la ricorrenza è stato ideato un cartellone di eventi, ‘David 140’ in partenza in questi giorni e con un appuntamento clou a giugno con Patty Smith a Firenze per interpretare un reading dedicato al David. Ma andiamo con ordine. La data da cui partire è il 22 luglio 1882, giorno in cui la Tribuna della Galleria dell’Accademia di Firenze aprì al pubblico, concepita appositamente dall’architetto Emilio de Fabris per custodire e preservare dalle intemperie il David, collocato, fino a 9 anni prima, sull’Arengario di Palazzo Vecchio.

Da allora fino ad oggi, il David è al centro della scena, basti pensare alla recente scelta di farne una copia perfetta, un ‘gemello’ dalle stesse identiche dimensioni, per collocarlo al centro del padiglione Italia all’Expo Dubai 2020 che si è tenuto dall’ottobre dello scorso anno fino a marzo 2022. Ai festeggiamenti a Firenze parteciperanno storici dell’arte, intellettuali, italiani e internazionali, che si alterneranno sotto il lucernario della Tribuna, per celebrare con un loro personale omaggio un’opera iconica e unica al mondo. Oltre a Patti Smith, Cristina Acidini, Aldo Cazzullo, Cappella de la Torre, Théotime Langlois de Swarte e Violaine Cochard, Felipe Pereda e l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino sono gli ospiti della prima parte di ‘David 140’ che proseguirà anche dopo l’estate, per tutto il 2022.

“Abbiamo invitato personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo per festeggiare il David e i 140 anni dallo spostamento all’interno del nostro museo, intervento che è stato uno dei primi esempi di tutela e conservazione di un bene culturale” spiega Cecilie Hollberg, direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze. “Il personaggio biblico, scolpito da Michelangelo, l’eroe David, giovane Re di Giuda e di Israele che vince il gigante Golia, è una figura leggendaria, simbolo del bene che lotta contro il male, che nei secoli ha affascinato tanti artisti, così da essere oggetto di molte sculture del Rinascimento e non solo. Ognuno dei nostri ospiti racconterà e approfondirà aspetti della storia dell’opera e dell’artista che l’ha creata; dialogherà in forma di spettacolo con una delle statue più amate in assoluto.”

Tra gli eventi, Cristina Acidini, storica dell’arte, presidente dell’Opera di Santa Croce, dell’Accademia delle Arti del Disegno e della Fondazioni Casa Buonarroti e Roberto Longhi, il 23 maggio, entrerà nel vivo della storia del David con un intervento dal titolo ‘Travi e rotaie. Il trasporto del David alla Galleria dell’Accademia nel 1873’. Racconterà del complesso ‘traslocamento’ della scultura, da piazza della Signora fino al suo trionfale ingresso all’Accademia, su un carro in legno, ideato dagli ingegneri  Porra e Poggi. Uno spostamento durato ben 5 giorni, dal 31 luglio al 4 agosto, e che, visto il caldo, all’epoca è stato possibile eseguire solo dalle 4 alle 11 del mattino.

Alla figura di Pietro Torrigiano scultore e medaglista della Scuola fiorentina, noto per la sua rivalità con il coetaneo Michelangelo, tanto da sferrargli un pugno che gli ruppe il naso, è dedicato l’appuntamento del 6 giugno. A parlarne sarà Felipe Pereda, storico dell’arte, professore di Arte spagnola presso la Harvard University, che di questo artista ha redatto la prima biografia mai scritta, ‘Torrigiano. L’uomo che ha rotto il naso a Michelangelo’.

‘Firenze patria morale degli italiani’ è il titolo dell’incontro che avrà come protagonista, il 13 giugno, Aldo Cazzullo, noto giornalista e scrittore italiano, inviato e editorialista del Corriere della Sera che per il David di Michelangelo nutre una particolare passione.

Questa prima parte di ‘David 140’ si chiude il 27 giugno con un’altra icona contemporanea, Patti Smith, una straordinaria autrice e interprete, una delle figure femminili più carismatiche e dirompenti della storia della musica dalla fine degli anni Sessanta ad oggi, che continua a rinnovarsi attraverso la scrittura e a catturare anche le generazioni più giovani con l’intensità visionaria della forza che emana. La Smith si esibirà in uno speciale reading musicale, omaggio al genio di Michelangelo Buonarroti. Tutti gli eventi si terranno di lunedì alle 19.00 e sono ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

Per info consultare il sito della Galleria dell’Accademia.