COLLI EUGANEI TRA FANGHI SALUBRI, STORIA E NON SOLO

Dalle famose cure termali a monasteri, ville, castelli e buon cibo.

TURISMO
Gloria Ciabattoni
COLLI EUGANEI TRA FANGHI SALUBRI, STORIA E NON SOLO

Dalle famose cure termali a monasteri, ville, castelli e buon cibo.

I Colli Euganei con le loro Terme si propongono come la più grande stazione termale d’Europa specializzata in fango balneoterapia (con ben 240 piscine termali). Negli hotel termali vi sono reparti cure specializzati: vasche con acqua termale salso-bromo-iodica a 36°-38° C, benefici fanghi dalle qualità terapeutiche certificate da un brevetto europeo (fango D.O.C.) e ambienti dedicati alle terapie termali inalatorie, riconosciute scientificamente nella cura delle patologie delle vie respiratorie. Il Centro Studi Termali Veneto “Pietro d’Abano” attraverso lo studio di acqua, alghe e fanghi effettua ricerche scientifiche e monitora gli effetti delle terapie per garantirne la qualità. Il Dipartimento di Biologia dell’ Università di Padova ha estratto il DNA dei cianobatteri, responsabili dell’altissimo potere antinfiammatorio, antiossidante e immunostimolante dei fanghi Euganei, ed è stato provato che tali microorganismi si possono sviluppare solo dall’argilla vulcanica del Bacino Euganeo fatta maturare nelle vasche degli hotel per almeno due mesi in acqua termale Euganea ad una ben determinata temperatura. Per conoscere le Terme Eugane:  www.visitabanomontegrotto.com

Abano Terme e dintorni

Una vacanza nei 100 Colli Euganei, che si estendono per circa 100 kmq a sud ovest di Padova, nel cuore del Veneto -hanno presentato la candidatura a MAB, Biosfera Unesco- può avere base Abano Terme, per unire cura (le spese dei trattamenti termali curativi sono a carico del sistema sanitario nazionale) o benessere alla visita di ville, monasteri, castelli: l’ideale è avere un’auto, le distanze sono davvero brevi. Strada del Vino Colli Euganei riunisce gli attori turistici del territorio, Hotel, ristoranti, cantine, aziende agroalimentari, ville, castelli, promuovendo un turismo di qualità.
www.stradadelvinocollieuganei.it/terme

terme

L’abbazia Benedettina di Praglia

A soli 4 km da Abano Terme, l’abbazia Benedettina di Praglia del XII secolo è un’oasi di pace e di bellezza, e coi suoi quattro splendidi chiostri silenziosi e la natura che la circonda rappresenta uno dei più fulgidi esempi della regola di San Benedetto “Ora et Labora”. E i 40 monaci che ci vivono lavorano, con la guida dell’ abate don Stefano Visintin, nella grande cantina, nei laboratori di erboristeria, in quelli di restauro dei libri antichi (la biblioteca conserva  110mila volumi). Si possono acquistare i prodotti nella bottega del monastero o online, compresi i vini fiore all’occhiello del convento, che ha11 ettari a vite dove sono stati impiantati vitigni storici locali, quali garganega, moscato giallo, merlot, raboso o friularo, tutte varietà DOC: quest’anno si sono prodotti 800 ettolitri di vino, in maggioranza metodo classico ma anche prosecco.

Villa dei Vescovi

A  9,7 km da Abano Terme, Villa dei Vescovi è una raffinata dimora di inizio Cinquecento ispirata ai temi della classicità e circondata dal paesaggio dei Colli Euganei, voluta  dal Vescovo di Padova come luogo di relax e meditazione. Fu un’antesignana delle ville venete , progettata dall’architetto veronese Falconetto, con interventi di Giulio Romano. E’ stata donata al Fai e la si può visitare, si può anche gustare un ottimo light lunch all’enoteca di Strada del Vino Colli Euganei, dentro la villa.

Castello del Catajo

A 10 km da Abano Terme c’è un luogo che fa davvero sognare: il Castello del Catajo, con l’aspetto di un maniero e l’ambizione di una reggia, con il parco, il lago e la peschiera. Sogno realizzato dell’ambizione di Pio Enea I degli Obizzi, che lo edificò nel 1530 come casa di villeggiatura  – e ne fece salotto letterario ospitando personaggi come l’ Ariosto e il Tasso- , e divenne poi una sorta di maniero  per esaltare l’attività dei proprietari, importanti capitani di ventura. Castello che non ebbe mai funzione difensiva, fu ampliato e superbamente decorato: nel 1571 Pio Enea chiamò Gian Battista Zelotti, discepolo di Paolo Veronese, ad affrescare le pareti interne con le gesta della sua famiglia. L’edificio divenne poi proprietà degli Asburgo Este e degli Asburgo Austria, che lo spogliarono di tutto ciò che poteva essere asportato. Fu poi comprato da un imprenditore veneto che lo ha restaurato e lo sta riportando all’antico splendore.

Merita una visita anche Arquà Petrarca, piccolo borgo medioevale dove si può visitare la gradevole e non sfarzosa dimora di Francesco Petrarca.

Dormire…con Diaz

Nel centro di Abano, il Grand Hotel Trieste & Victoria, 5 stelle, nato nel 1912, è un imponente e raffinato edificio dal fascino Belle Époque, che fa delle cure termali un fiore all’occhiello. Ha 5 piscine termali a diverse temperature, un grande parco, la prestigiosa White Spa, un centro dove si praticano tutte le terapie personalizzate a base di acque termali e di fanghi. Il Grand Hotel Trieste & Victoria ospitò durante la prima guerra mondiale il Comando Supremo di Stato Maggiore dell’Esercito italiano, e il 4 novembre 1918 il generale Armando Diaz firmò il Bollettino della Vittoria nella camera 110, che ancora si può visitare. Le camere sono molto confortevoli, spaziose, dall’arredamento classico-moderno con un tocco di originalità.
www.hoteltriestevictoria.it

In tavola fra soppressa, formaggi e fine dining

In tavola si può spaziare dai sapori autentici di un tempo a originali sperimentazioni. A Faedo di Cinto Euganeo la Trattoria Da Sgussa propone squisiti prodotti tipici: la soppressa, il cinghiale, le bistecche, e i formaggi di capra dell’ allevamento dei titolari del locale. www.trattoriadasgussa.it.

Sopra Arquà, con una bella terrazza panoramica, il ristorante Tavern serve piatti raffinati con ingredienti locali, e su ordinazione prepara succulente grigliate di carne. www.tavern.it.

Nuova importante realtà di fine dining dei Colli Euganei, il  Ristorante Incalmo ad Este grazie alla fantasia dei giovani chef Chef  Francesco Massenz e Leonardo Zanon propone due menu-percorsi fatti di piccole originali portate. www.incalmoristorante.com

giuggiole

Giuggiole, olio e marasche, la ricerca di sapori perduti

LAzienda agricola Scarpon nasce negli anni ‘90 da Giancarlo,  figlio di Bepi Scarpon, soprannome di Giuseppe Callegaro, che già negli anni ’50 recuperava gli alberi di giuggiole eliminati per far posto agli ulivi. Oggi Giancarlo produce confetture, frutta sotto spirito ed erbe spontanee sott’olio e sott’aceto. Tra il 2005 e il 2007 Giancarlo e suo figlio Alessandro hanno inventato il liquore Brodo di Giuggiole, un’ infusione di giuggiole, mele cotogne, melograno, uva. www.brododiarquapetrarca.it.

Il Frantoio di Cornoleda, recentemente premiato al concorso Leone d’Oro per il miglior olio evo monovarietale d’Italia, nasce nel 2008 dalla passione di Devis e Jaci Zanaica per le varietà di olive locali, e produce un ottimo olio di olive rasara. Ha ricevuto la prima certificazione biologica dei Colli Euganei.
www.frantoiodicornoleda.com.

Da vedere l’ Azienda Luxardo, storico produttore del Maraschino e del Sangue Morlacco. Il nuovissimo museo narra la storia dell’azienda fondata da Girolamo Canavari nel 1821 a Zara per produrre il liquore Maraschino. Dopo alterne vicende legate alla guerra e alle persecuzioni la famiglia, oggi alla settima generazione, continua l’attività sui Colli Euganei ampliando la produzione con altri liquori. www.luxardo.it

Come arrivare

In auto. Per chi percorre l’autostrada A4 Torino-Trieste, l’uscita è Padova Ovest, poi si prosegue per la Tangenziale ovest in direzione sud fino alla nuova bretella per Abano. Per chi arriva dall’autostrada A13 (Bologna-Padova): uscire al casello di Terme Euganee, prendere la Strada Statale 16 “Adriatica” in direzione Padova fino allo svincolo della nuova circonvallazione per Abano.

In treno. La stazione ferroviaria più vicina è quella di Terme Euganee a Montegrotto, sulla linea Bologna-Padova. Sennò c’è la stazione di Padova, sulla linea Milano-Venezia. Dal piazzale della stazione partono ogni 15 minuti i bus delle linee A, AT, M, T, TL diretti ad Abano (tempo di percorrenza 30 minuti).