ECOTURISMO IN SELLA E ALL’ARIA APERTA

Tour a cavallo, laboratori all’aria aperta e turismo lento: in sella alla scoperta della Toscana con Martina, guida ambientale equestre.

TURISMO
Francesca Franceschi
ECOTURISMO IN SELLA E ALL’ARIA APERTA

Tour a cavallo, laboratori all’aria aperta e turismo lento: in sella alla scoperta della Toscana con Martina, guida ambientale equestre.

Passeggiate in sella e trekking a cavallo ma anche pony trekking, wild scout, turismo lento e sostenibile, psicomotricità e attività motoria per i più piccoli. E ancora baby horse, laboratori di educazione ambientale e campi estivi per bambini. Il tutto si sublima con feste a tema, compleanni, carnival party, attività ludica e dopo scuola in natura. A fare da sfondo ad un’isola felice dove i bambini possono stare a contatto con gli equini e godere di tempo sano e pulito c’è il Lungomonte pisano. A tenere, non solo figuratamente, le redini di questa avventura ci pensa invece Martina Lascar, 32 anni, guida ambientale equestre, che ad Asciano, un piccolo paese poco lontano dalla città della torre pendente, ha dato vita ad una realtà che profuma di libertà, rispetto ed educazione.

Lo capisci quando vedi i pony con un cerchietto in testa, i bambini che spazzolano le loro code e tante manine sporche di terra, fiori e colori. Una passione viscerale, quella per gli animali e in special modo i cavalli, che Martina coltiva fin da piccola. Un servizio, tanto apprezzato dai genitori, che fa riscoprire il contatto con Madre Natura e un turismo lento, sostenibile da gustare in soma. Temi, questi, al centro ormai da anni di quella “call to action” alla quale siamo chiamati tutti noi per abbattere i consumi e salvaguardare il pianeta. Argomenti attuali e delicati se si pensa poi che, dati alla mano, sono sempre più numerosi gli studi e i professionisti sanitari a constatare gli ottimi risultati ottenuti grazie e attraverso il contatto diretto con gli equini.  Uscendo dall’ambito prettamente medico-sanitario, è infatti ormai opinione comune che accarezzare un cavallo, prendersi cura di lui, alimentarlo e cavalcarlo sono azioni che generano un profondo stato di benessere psicofisico e rendono felici adulti e bambini. Il cavallo, dapprima percepito come strumento di sussistenza e simbolo di ricchezza, col passare dei secoli è diventato compagno, amico e facilitatore terapeutico.

Aspetti che vengono sublimati nella formula offerta da Martina che ha dato vita ad un realtà ideale capace di abbracciare tutti i gusti. Compleanni, wildscout, party, cavalcate estive sotto le stelle ma anche trekking in sella, yoga e tour equestri con degustazioni di prodotti tipici pisani e toscani: la proposta di Martina non accontenta solo le richieste di genitori e bambini ma riesce a sublimare la richiesta di visitatori, amanti dell’aria aperta e di amazzoni e cavalieri che desiderano passare una “due-giorni” in sella alla scoperta della natura. E questa, in fondo, è anche una storia di tenacia, passione, costanza ma anche di resilienza. Infatti, Martina, grazie alla straordinaria generosità di una catena umana di residenti e volontari, è riuscita a salvare nel 2018 la sua cavalla Ambrada, 26 anni, testimone oculare del maxi-rogo che ha mandato in rovina 1400 ettari di Monte Pisano tra Calci e Vicopisano. Un vero miracolo. Da qui la voglia e la spinta per fare ancora qualcosa in più e valorizzare il territorio del comune termale con un turismo lento e sostenibile e un’offerta a 360gradi capace di regalare svago, benefici motori e neuromotori, benessere psico-fisico e laboratori in sella. Non resta che afferrare le briglia e iniziare a stupirci!