GAIA RIGENERA LA TERRA UNA ZOLLA PER VOLTA

Ad Apis Organic si celebra l’agricoltura rigenerativa e si lavora in un laboratorio made in bio-architettura. L’impegno di un’imprenditrice che coltiva prodotti senza compromessi.

AMBIENTE
Francesca Franceschi
GAIA RIGENERA LA TERRA UNA ZOLLA PER VOLTA

Ad Apis Organic si celebra l’agricoltura rigenerativa e si lavora in un laboratorio made in bio-architettura. L’impegno di un’imprenditrice che coltiva prodotti senza compromessi.

Recuperare terreni in disuso, pulirli e dar loro nuova vita. Zolla per zolla. Piantando semini e piantine ma anche siepi e alberi. In due parole: Viva la Natura. È l’impegno e il progetto di vita di Gaia, imprenditrice agricola, che dopo esser nata a Roma e aver passato le estati della sua infanzia tra le Pampas argentine, terra natale della sua famiglia paterna, e le campagne modenesi, capisce che il suo amore viscerale e profondo è proprio destinato alla Madre Terra. Appassionata della vita agreste, studia Scienze Forestali e Ambientali all’università di Viterbo e, proprio nella Tuscia, in località Grotta delle Monache, decide di realizzare il suo sogno rurale dando vita ad Apis Organic.

Abbiamo un sogno: vogliamo portare un’alimentazione sostenibile e consapevole a casa tua, senza compromessi ambientali e sociali” È la mission dell’azienda agricola che Gaia Garbarini Islas, insieme a Matteo Piccirilli, anni di lavori diversi in giro per il mondo, farmer in Australia e, adesso, in provincia di Viterbo per prendersi cura di animali, olive e frutteto, ha fondato. Gaia e Matteo a dire il vero non sono soli: vicino al loro laboratorio realizzato secondo i principi della bio-architettura e con un cappotto in paglia ci sono i preziosi aiutanti che, grazie al loro contributo attivo, contribuiscono a fertilizzare e mantenere sani campi e raccolto. Molto più, infatti, di semplici animali da cortile e fattoria. Ci sono Ugo l’asinello, le pecore Sopravvissane, le galline Selvagge ma anche i mici e i cani Athena, Bas e Jack.

Tutti insieme – bipedi e quadrupedi, umani e non – sono uniti e impegnati in unico fine comune: tendere la mano all’ambiente e alla natura vivendo in modo sostenibile. Ecco che ha preso vita (e gambe) il sogno di Gaia che voleva fortemente tornare in tutto e per tutto con le mani nella Terra dimostrando che è possibile produrre meno ma con più qualità.

Oramai troviamo alimenti che sì, costano poco, ma non hanno più alcun sapore e neanche alcun valore nutrizionale, al contrario, portano nel nostro organismo molecole chimiche dannose e distruggono l’ambiente dove viviamo, il nostro futuro, sfruttando in questo processo milioni di persone. Vogliamo dimostrare che si può attuare un nuovo sistema alimentare, agricolo, una filiera corta dove il consumatore ha capacità decisionale, dove TU sei parte dell’ecosistema e puoi prendere scelte consapevoli: mangiare con gusto prodotti salutari che non danneggiano il tuo corpo, la tua mente, l’ambiente e i lavoratori” dicono i due imprenditori agricoli.

Proprio loro che stanno portando avanti quella che, nel gergo degli addetti ai lavori, si chiama agricoltura rigenerativa, vale a dire un insieme di pratiche e princìpi agricoli che mirano ad aumentare la biodiversità, arricchire i suoli, sino ad incrementare la complessità dell’ecosistema e renderlo resiliente ai cambiamenti climatici: un’inversione di marcia rispetto all’agricoltura tradizionale. “Per dare forma a questo sogno abbiamo scelto tra le colline della Tuscia un territorio incontaminato, vincolato, ricco di fossi con ruscelli, boschetti e terreni a vocazione agricola oramai in disuso, recuperandoli per dar vita ad un’azienda amica del territorio e della natura. Passeggiando nei nostri terreni puoi osservare la fauna e flora locale, selvatica, che proteggiamo quotidianamente: e così tra fiori e piante di ogni tipo si scorgono caprioli, tassi, istrici e l’onnipresente avifauna che gode delle innumerevoli siepi campestri per nidificare. Le api (Apis mellifera ligustica) sono il simbolo della nostra azienda, da cui il nome Apis, emblema di una biodiversità oramai spesso perduta. Tuttavia, tra i nostri prodotti, oltre a diverse tipologie di miele abbiamo anche ortaggi e frutta fresca o trasformata in confetture e conserve, il nostro eccellente olio D.O.P Tuscia, prodotti da forno e erbe aromatiche”.

E dunque?

Cariola e vanga alla mano, piantine in spalla e tutti all’opera. Giorno dopo giorno il sogno è diventato realtà. “Per l’azienda e il laboratorio usiamo solo 100 % energia da centrali idroelettriche italiane, abbiamo costruito il laboratorio in legno e paglia per garantirti una filiera sostenibile – spiega l’imprenditrice agricola – Utilizziamo solo detersivi certificati con un altro grado di biodegradabilità, preferiamo acquistare prodotti senza plastiche o con packaging ridotti, usiamo le nostre materie prime o le compriamo localmente e lavoriamo i prodotti in giornata, a mano, per conservarne le proprietà

Da qui il circolo virtuoso è partito ed è arrivato ad aprire un piccolo punto vendita per coloro che desiderano non solo mangiare sano ma anche scoprire nuovi metodi di lavoro e prodotti sostenibili. Ma non è finita qui. Per i residenti di Viterbo, Marta e Montefiascone ogni venerdì c’è anche la possibilità di ricevere gratuitamente a casa la “Biocesta a domicilio”, la scatola settimanale che contiene le verdure di stagione, prodotte con metodo biologico rigenerativo e raccolte in giornata, alle quali è possibile aggiungere i prodotti della dispensa di Gaia e Matteo: confetture, biscotti, miele, olio e tanto altro!

E per le persone che non abitano proprio nelle vicinanze o nei paesi limitrofi? Niente paura: è attivo lo shop online dove è possibile acquistare tutti i prodotti. In questo modo non sono solo la terra e i campi ad essere rigenerati ma anche la vita e la salute di chi desidera scegliere uno stile di vita più lento ed eco-sostenibile.

Gaia Garbarini Islas