GRANDI CASSE IN AGRICOLTURA E MARCHIO MADE GREEN IN ITALY

Le aziende produttrici delle grandi casse in polietilene utilizzate in agricoltura (bins), potranno avviare l’iter per l’ottenimento della certificazione Made green in Italy.

AMBIENTE
Monica Riccio
GRANDI CASSE IN AGRICOLTURA E MARCHIO MADE GREEN IN ITALY

Le aziende produttrici delle grandi casse in polietilene utilizzate in agricoltura (bins), potranno avviare l’iter per l’ottenimento della certificazione Made green in Italy.

Rivoluzione green in agricoltura. Le aziende produttrici delle grandi casse in polietilene utilizzate in agricoltura (bins), potranno avviare l’iter per l’ottenimento della certificazione Made green in Italy. Il Ministero della Transizione Ecologica ha recentemente pubblicato le ‘Regole di categoria di prodotto per le grandi casse in PE’, a conclusione del percorso di progettazione avviato dal Consorzio nazionale dei rifiuti dei beni in polietilene Polieco e dal partner scientifico Spinlife, Spinoff dell’Università di Padova.

L’ iniziativa, che nasce nell’ambito delle politiche europee sul Green Public Procurement (GPP) e sul programma di calcolo dell’impronta ambientale noto anche come Product Environmental Footprint (PEF), consentirà di certificare la qualità e l’eccellenza dei prodotti italiani realizzati secondo i principi della sostenibilità ambientale.

Con il supporto di Spinlife, è stato condotto uno studio di Analisi del Ciclo di vita (Life Cycle Assessment) che ha coinvolto tutte le aziende consorziate del Polieco interessate alla produzione delle grandi casse in polietilene (PE) o bins. I risultati dell’analisi, sottoposti a verifica di terza parte del MITE, hanno consentito di mettere in luce i potenziali impatti ambientali delle grandi casse in PE e di determinare in modo oggettivo e scientifico i valori di eccellenza ambientale per l’ottenimento del marchio Made Green in Italy.

Questa iniziativa stabilisce anche una continuità con il processo che ha visto coinvolti Polieco e Spinlife nella creazione delle regole di prodotto per le borse multiuso in polietilene che ottennero il primo via libera del MITE. Si tratta di un risultato rilevante a livello nazionale in grado di agevolare l’immissione sul mercato di prodotti più green e di consentire alle aziende di essere più competitive anche attraverso il riconoscimento nei regolamenti e nelle leggi nazionali che spaziano dagli acquisti verdi delle Pubbliche Amministrazioni fino alla normativa sulle plastiche riciclate ed il loro uso.

“Dopo le borse multiuso, anche per i bins arriva la possibilità di una certificazione super partes, in grado non solo di rendere più competitive le aziende produttrici in termini di innovazione e sostenibilità ma anche – commenta la direttrice del Polieco Claudia Salvestrini – di consentire al consumatore la scelta di prodotti certificati a garanzia di qualità, riciclabilità e tracciabilità, nella ricerca sempre più consapevole di acquisti ecocompatibili quale grande scommessa per una vera transizione ecologica”.

“Siamo veramente orgogliosi del riconoscimento ministeriale delle nuove Regole di Categoria di Prodotto (RCP)

per le grandi casse in PE, – afferma Alessandro Manzardo, co-founder di Spinlife – grazie alla nostra fruttuosa collaborazione tecnico-scientifica con Polieco, altri prodotti italiani con ottime prestazioni ambientali possono ora ottenere la ambita certificazione Made Green in Italy del Ministero della Transizione Ecologica”.

Spinlife 

Spinlife, Spinoff dell’Università di Padova, offre alle organizzazioni pubbliche e private supporto strategico e operativo focalizzato sulla gestione ambientale e sul management della sostenibilità. In quanto Spin-off, favorisce il dialogo tra mondo accademico e mondo produttivo diffondendo nuovi approcci manageriali scientifici che hanno ricadute positive sulla produzione industriale e sul territorio. Nel 2020 ha progettato le prime regole di categoria di prodotto e ha supportato le imprese nell’adozione dello schema nazionale volontario “Made Green in Italy” promosso dal Ministero della Transizione Ecologica.

Polieco

Polieco, Consorzio nazionale per il riciclaggio di rifiuti di beni in polietilene, mira a favorire il ritiro dei beni a base di polietilene al termine del loro ciclo di vita, onde avviarli alle attività di riciclo e di recupero, concretizzando, nel contempo, una riduzione della quantità di rifiuti smaltiti in discarica e un minor consumo di materia prima, con tutto quello che ne consegue in termini di risparmio energetico e minori emissioni da mancata produzione industriale.