IL MERCATINO DI NATALE SICURO, ECO E BIO

A Trento nei giorni di festa lo shopping tra le bancarelle è a prova di sicurezza, dalle normative anti-covid 19 all’energia pulita, alla valorizzazione dei prodotti a km.0, fino ai trasporti per muoversi senza problemi.

TURISMO
Gloria Ciabattoni
IL MERCATINO DI NATALE SICURO, ECO E BIO

A Trento nei giorni di festa lo shopping tra le bancarelle è a prova di sicurezza, dalle normative anti-covid 19 all’energia pulita, alla valorizzazione dei prodotti a km.0, fino ai trasporti per muoversi senza problemi.

I mercatini di Natale affascinano grandi e piccini, ma per goderne appieno occorre che si svolgano in tutta sicurezza e vengano rispettate le misure anti covid-19. E per questo a Trento l’Azienda per il Turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, per l’attuale  27°edizione del Mercatino di Natale ha messo in atto una serie di accortezze, in modo tale che la visita alle 62 casette ( 3 dedicate al volontariato e alla solidarietà) sia un momento di svago senza alcun problema. Visitabile fino al 9 gennaio 2022, sarà chiuso però il giorno di Natale, l’ingresso ovviamente è gratuito. La particolarità di quest’anno e che si è “sdoppiato” proprio per avere un maggiore distanziamento fra le casette. È stato infatti suddiviso in due parti, una in piazza Fiera e una piazza Cesare Battisti: in tutte e due le piazze c’è una casetta infopoint.

L’accesso al Mercatino avviene solo se provvisti di green pass, mostrando il quale viene consegnato un bracciale di colore diverso ogni giorno, per poter circolare liberamente. Le misure di sicurezza proseguono, infatti vi sono addetti alla security e di pronto intervento negli orari di accesso, mentre nelle chiusure vigilano guardie notturne giurate. Entrambe le piazze sono dotate di un sistema di videosorveglianza interno, per la supervisione, il controllo della piazza e la verifica della capienza in modo da prevenire affollamenti e assembramenti. Il tutto sembra complicato ma non lo è, e una volta muniti di braccialetto si può curiosare fra le casette ricche di prodotti di artigianato e di gastronomia, e degustare spuntini tipici.  .

Ci aggireremo in un mondo di pendenti decorati, palle di Natale dipinte a mano, presepi in miniatura, angeli e alberelli in legno, candele e lampade a olio, composizioni realizzate con stelle alpine di coltivazione propria, giochi intagliati nel legno. E ancora ecco articoli in pelle, pantofole in feltro, sciarpe, berretti e guanti in lana, gioielli artigianali, saponi ornamentali decorati a mano, cosmesi naturale di alta qualità a base di arnica ed erbe locali.

Diverse casette sono dedicate a far scoprire l’enogastronomia locale e regionale: dal mondo dei salumi a quello dei formaggi, fino ai dolci tipici, Strudel, Zelten e treccia mochena. Non manca l’area food in Piazza Fiera, con specialità del Trentino e naturalmente vin brulé (anche di mele, analcolico).

Ma il Natale di Trento non è solo Mercatino: da ammirare in Piazza Duomo il grande albero di Natale illuminato, così come lo sono le vie limitrofe: quelle del  “Giro al Sas” sono illuminate grazie a uno speciale progetto artistico di photomapping.
Mercatino ma non solo: “Trento, Città del Natalepropone concerti, spettacoli, attività per grandi e piccini, per i quali sorge in Piazza Santa Maria Maggiore il Villaggio incantato con otto casette di legno che ospitano la dimora di Babbo Natale, l’ufficio postale, la sartoria, la stalla, la casa degli Elfi, il laboratorio di Babbo Natale e la fabbrica dei giocattoli. E poi il trenino per i piccoli e il chiosco con dolci, zucchero filato e popcorn. La piccola fattoria didatticadei pony e dei laboratori creativi introduce i bambini nel fantastico mondo rurale e agricolo, mostrando loro i mestieri dei nonni.
Ancora, la grande ruota panoramica in Piazza Dante regala dai suoi 32 metri di altezza un’incantevole prospettiva sulla città vestita a festa. A collegare le due piazze e alcune vie della città, una carrozza trainata da cavalli regala un’esperienza indimenticabile.

L’appuntamento con il Natale a Trento diventa anche un’occasione per la solidarietà e per visitare la città, usufruendo dei pacchetti vantaggiosi realizzati ad hoc.

Anche in questa edizione del Mercatino di Natale di Trento sono numerose le iniziative a favore del territorio, a cominciare proprio dalla valorizzazione dei prodotti a km 0, sia che si tratti di prodotti dell’artigianato locale o di specialità enogastronomiche. Altra attenzione per l’ambiente è quella legata l’utilizzo di energia elettrica interamente prodotta da fonte rinnovabile. Dolomiti Energia fornisce in tutta Italia energia prodotta dalle centrali idroelettriche del Gruppo sulle Dolomiti e offre energia pulita al 100%, con origine garantita dal Gestore dei Servizi Energetici. L’efficienza energetica si accompagna alla raccolta differenziata e all’utilizzo di stoviglie dotate del marchio C.I.C per ridurre al minimo il rifiuto residuo non riciclabile.

Anche quest’anno, inoltre, shopper e brochure del Mercatino di Natale sono realizzate in carta eco-certificata (a marchio FCI) a basso impatto ambientale.

L’attenzione verso l’ambiente si traduce anche in mobilità sostenibile, valorizzando ad esempio l’uso del treno e del trasporto pubblico locale. I collegamenti ferroviari diretti da Monaco di Baviera, Bolzano, Verona, Venezia, Roma e Napoli sono infatti numerosi ed assicurano un viaggio comodo e veloce, mentre autobus e navette permettono di visitare agevolmente anche le zone più periferiche. Infine per muoversi da una piazza all’altra, durante il Mercatino di Natale, si può utilizzare anche il simpatico trenino del Natale con numerose fermate dislocate negli angoli più suggestivi della città.