IL RICICLO DELLA PLASTICA È UNA BUFALA?

La denuncia è del Center for Climate Integrity, la pratica così incentivata è solo un modo per ingannare i consumatori. Le reazioni alla notizia.

AMBIENTE
Maria Grazia Ardito
IL RICICLO DELLA PLASTICA È UNA BUFALA?

La denuncia è del Center for Climate Integrity, la pratica così incentivata è solo un modo per ingannare i consumatori. Le reazioni alla notizia.

Il riciclo della plastica è una parte dell’economia circolare, o una frode delle società petrolifere e del gas?

La controversia nasce dalla pubblicazione, di un rapporto del Center For Climate Integrity, in cui l’associazione statunitense, descrive come la pratica del riciclo della plastica sia in realtà una balla creata appositamente. Per noi che crediamo nell’utilità e nel futuro del riciclo della plastica, come una delle possibili forme di lotta all’inquinamento del Pianeta è da restar scioccati da questa bomba fatta scoppiare dal dossier di Richard Wiles del Cci.

Secondo il rapporto la maggior parte delle migliaia di varietà di plastica chimicamente distinte non possono essere riciclate insieme. Ciò rende un processo costoso ancora più costoso. Inoltre il materiale si degrada ogni volta che viene riutilizzato, da cui ne consegue che in generale può essere riutilizzato una sola volta, al massimo due.

Alla base della crisi dei rifiuti di plastica – si afferma nel rapporto – c’è una campagna ultradecennale di frodi e inganni sulla sua riciclabilità. Nonostante si sappia da tempo che il riciclo di questo materiale non è né tecnicamente né economicamente sostenibile, le aziende petrolchimiche, da sole o attraverso le loro associazioni di categoria, si sono impegnate in campagne di marketing e di educazione pubblica falsa, volte a ingannare il pubblico sulla fattibilità del riciclo della plastica come soluzione ai rifiuti plastici”. E in effetti negli Stati Uniti il tasso di riciclaggio era appena del 5% / 6% nel 2021.

plastica riciclata

Quindi secondo il dossier, il problema è stato nascosto inducendo in errore i consumatori. “Ci hanno mentito in tutti questi anni” attacca il dossier lanciando pesanti accuse su quello che viene definito “il più grande caso di greenwashing sul riciclo della plastica.

Non sono mancate le reazioni e la risposta della Corepla è stata istantanea, come quella dell’Istituto per la Promozione delle Plastiche da Riciclo (Ippr) “la filiera del riciclo e degli imballaggi in plastica italiana è un’eccellenza in Europa. Un risultato frutto di un impegno continuo tra innovazione e tecnologie avanzate”. Secondo un recente studio del Joint Research Centre (Jrc) della Commissione europea, in UE viene riciclato meno di un quinto della plastica, il 16,6% di tutta quella utilizzata nel territorio comunitario.

Inoltre, viene indicato in questo rapporto dove intervenire per invertire un trend disallineato con il piano e l’impegno green dell’Unione: il 70% del totale di questi rifiuti inviati al riciclo proviene dagli imballaggi. Una concentrazione che portato l’UE a intervenire in maniera specifica con il regolamento imballaggi.