IN MOSTRA IL PATRIMONIO FAUNISTICO DI ROMA

La biodiversità più ricca al mondo è della Capitale, con la sua fauna illustrata e fotografata per far conoscere i tesori nascosti che contribuiscono a farne una città unica al mondo.

APPROFONDIMENTO
Maria Grazia Ardito
IN MOSTRA IL PATRIMONIO FAUNISTICO DI ROMA

La biodiversità più ricca al mondo è della Capitale, con la sua fauna illustrata e fotografata per far conoscere i tesori nascosti che contribuiscono a farne una città unica al mondo.

Le Ville storiche, i parchi, i parchi archeologici, i fiumi o specchi d’acqua, habitat diversi della Capitale, ospitano migliaia di esemplari faunistici, persino le aree archeologiche del centro storico sono colonia di numerose specie. E se Roma è conosciuta nel mondo per la sua ricchezza culturale, storica e monumentale, è anche l’ospite di un affascinante tesoro naturale costituito da tante specie animali che la rendono una tra le città europee più ricche di biodiversità.

La conoscenza di questo “mondo speciale” è l’obiettivo di ‘Biodiversità a Roma’, una mostra che ci porta in questa realtà sconosciuta,  fino al 25 settembre, alla Casina delle Civette di Villa Torlonia. L’esposizione propone, attraverso 32 fotografie di Bruno Cignini, zoologo scrittore e divulgatore scientifico e 11 acquarelli dell’illustratrice Eva Villa, un inedito racconto per immagini di un ecosistema unico nel suo genere.

In città sono presenti numerose aree protette e corridoi ecologici che consentono agli uccelli di migrare anche in aree extraurbane. I diversi habitat che esistono in città, al fine di facilitare la comprensione della mostra sono stati raggruppati in tre diverse categorie:
in acqua e lungo le sponde, nei parchi e nei campi, tra le case e i ruderi. “Mi occupo proprio di fauna urbana” ha dichiarato Bruno Cignini, autore delle foto, a Teleambiente, “mi occupo di animali, piante, biodiversità, in particolare quella di Roma che è incredibile, tante specie animali hanno trovato l’ambiente adatto qui, nella Capitale, inoltre sul Tevere e sull’Aniene abbiamo tutte le specie legate all’ambiente umido dai cormorani agli aironi cedrini, al martin pescatore”.

Gli acquerelli di Eva Villa, lunghe vedute di Roma, fanno da introduzione alle foto, ai capitoli dell’esposizione. La mostra avrà come corredo anche alcune attività didattiche tra cui visite guidate, osservazione e birdwatching in villa, laboratori per bambini e adulti, realizzati in collaborazione con il Centro Recupero Fauna Urbana LIPU Roma, Città del Sole e Swarosky Optik Italia.