La qualità su misura di CO-BIT S.p.A.

Da cinquant’anni solo qualità e competenza nella produzione dei conglomerati bituminosi. Viaggio nelle nostre aziende.

INFRASTRUTTURE
Emma Meo
La qualità su misura di CO-BIT S.p.A.

Da cinquant’anni solo qualità e competenza nella produzione dei conglomerati bituminosi. Viaggio nelle nostre aziende.

Ascolta la notizia

Ci sono più di 800 mila chilometri di reti stradali nel nostro territorio che vengono attraversate ogni giorno da 1,8 milioni di autovetture, delle quali 573.000 solo nella provincia di Roma. Con uno dei più grandi impianti di produzione di nuova generazione d’Italia in suo possesso e 50 anni di esperienza nel settore, CO-BIT S.p.A. rientra tra una delle maggiori produttrici del bitume che usiamo per asfaltare le nostre strade, le piste aeroportuali o le linee ferroviarie, con un capitale sociale di circa mezzo milione di euro.

“Il punto di partenza per garantire affidabilità, sicurezza e rispetto per l’ambiente

Non c’è innovazione che lascia indietro e danneggia la natura, soprattutto negli ultimi anni in cui gli effetti del cambiamento climatico stanno arrivando anche nel nostro stivale. Lo sanno bene il Consigliere Delegato dell’azienda dal 2014, Amedeo Fontana, e il Responsabile del laboratorio interno, il Geom. Andrea Fabbro, con i quali abbiamo parlato per conoscere meglio l’azienda e le metodologie green che ha e continuerà a adottare.

Un impianto innovativo

Da ormai cinquant’anni, CO-BIT S.p.A. opera nel campo della produzione e del confezionamento di conglomerati bituminosi a caldo e a freddo. Nella sede principale a Lonate Pozzolo, in provincia di Varese, è presente uno dei principali impianti di produzione d’Italia, nonché il massimo della tecnologia e della versatilità che permette, appunto, di produrre miscele di conglomerati per ogni esigenza esposta dalla clientela, che opera in ambito stradale.

L’intero impianto – in una posizione strategica, quella di Malpensa, per la vicinanza alle cave d’estrazione e alle attività cantieristiche dei lavori stradali – si compone di cisterne riscaldate in cui vengono contenute le materie prime necessarie, di un forno specializzato che mantiene la temperatura ideale di 180°C dalla capacità di 360 tonnellate orarie per il riscaldamento e l’essiccazione degli inerti, di una torre alta 44 metri in cui troviamo 60 metri quadri di superficie vagliante che, quindi, ha il compito di suddividere gli stessi nelle varie categorie granulometriche utili alle diverse ricette.

A sinistra, l’impianto di tecnologia Amman, modello Universal S360, di tipo discontinuo a torre con hot-stock. A destra, il miscelatore dalla capacità di 6000 kg, per una produzione minima di 360 tonnellate l’ora.
A sinistra, l’impianto di tecnologia Amman, modello Universal S360, di tipo discontinuo a torre con hot-stock. A destra, il miscelatore dalla capacità di 6000 kg, per una produzione minima di 360 tonnellate l’ora.

La particolarità dell’impianto, infatti, sta proprio nel fatto che gli inerti vengono stoccati ancora caldi in 14 diversi compartimenti situati più in basso, per un totale di 500 tonnellate.

Il suo cuore, però, risiede nel mescolatore a braccia contro rotanti: uno dei servizi che CO-BIT S.p.A. offre è proprio la consulenza personalizzata per comprendere, insieme al laboratorio interno ed i suoi tecnici altamente qualificati, le caratteristiche che il bitume deve avere per essere una parte sicura e fondamentale di ogni singolo progetto della clientela, e a cui ovviamente segue la messa in pratica di una ricetta piuttosto che un’altra. Gli “ingredienti”, selezionati e dosati, arrivano al mescolatore secondo le opportune vie e vi rimangono fino all’ottenimento di una miscela omogenea. Grazie alla strumentazione all’avanguardia e all’affiatato team, il moderno laboratorio permette di effettuare le prove tecniche necessarie sui materiali di costruzione, sperimenta additivi e fornisce un’assistenza clienti impeccabile, sia prima che dopo l’acquisto.

Qualità fatta strada”

La tecnologia che abbraccia l’ambiente

Tra le altre varie certificazioni che riconoscono l’attenzione verso l’ambiente, CO-BIT S.p.A. è in possesso di “ReMade in Italy”, una certificazione che garantisce la presenza di materiale riciclato tracciabile nei prodotti finiti, attraverso verifiche ispettive e di mantenimento annuali. L’impianto, infatti, è talmente versatile da consentire anche il riciclaggio del fresato attraverso la tecnica della schiumatura del bitume. Questo ha permesso il recupero di cento mila tonnellate di materiale riciclato da quando la certificazione è stata ottenuta, dato che lo scopo dell’azienda è rendere circolare l’ingresso dei materiali nella linea produttiva, massimizzando il recupero e riducendo i consumi.

Immagini dal laboratorio interno di CO-BIT S.p.A.
Immagini dal laboratorio interno di CO-BIT S.p.A.

Processi di questo tipo, attraverso le combustioni, emettono gas nocivi nell’atmosfera o alzano polveri che possono dannose; a tal proposito, nel rispetto della natura e della salute, l’azienda ha un sistema di aspirazione di 704 macchine che convoglia i fumi e le polveri verso dei filtri depolveratori che garantiscono la sicurezza dei fumi immessi nell’atmosfera.

Per tenere traccia delle emissioni, dei consumi energetici, dei ritmi di produzione ma anche di eventuali malfunzionamenti, da poco l’impianto a Lonate Pozzolo si è dotato di KontrolON: si tratta di un software di monitoraggio integrato per gli impianti di produzione che, attraverso minuziose analisi dei singoli strumenti o dell’intera linea produttiva, consente di gestire tutto al meglio, aumentando l’efficienza in termini di produzione e, quindi di sostenibilità, contrastando gli sprechi energetici e di materie prime. E di energia elettrica ne serve, ma l’azienda riesce ad autoprodurre con pannelli fotovoltaici il 40% dei consumi. Per minimizzare ancora di più le emissioni annesse a questo tipo di lavoro, è stato da poco richiesto un impianto per fornire una nuova gamma di prodotti e che, allo stesso tempo, è completamente libero dai combustibili fossili nel riscaldamento degli inerti da parte dell’azienda Euromecc.

Insomma, CO-BIT S.p.A. ha un’anima green che compie cinquant’anni in questo 2024 e sta programmando i prossimi anni che verranno, a partire dal nuovo logo e dalle nuove collaborazioni – come quelle sportive con UYBA Volley e quelle con Telethon – che mantengono una continuità nella considerazione dell’etica nella visione strategica d’impresa.