LA SARDEGNA “ALL’ATTACCO” DELLA FIERA TURISTICA DI DUBAI

Occasione straordinaria per gli operatori turistici della Sardegna. Dal 1 al 4 maggio.

TURISMO
Maurizio Orrù
LA SARDEGNA “ALL’ATTACCO” DELLA FIERA TURISTICA DI DUBAI

Occasione straordinaria per gli operatori turistici della Sardegna. Dal 1 al 4 maggio.

Gli operatori turistici della Sardegna parteciperanno dal 1 al 4 maggio 2023 alla Fiera turistica denominata “Arabian Travel Market” di Dubai. Si tratta di un particolare evento annuale del comparto turistico del Medio Oriente, che rappresenta il momento saliente delle tendenze innovative dei viaggi sostenibili e accompagnati e sostenuti da nuove strategie di crescita nei comparti turistici e di riflesso economici.

Si tratta di un’occasione ghiotta della Regione Autonoma della Sardegna impegnata nella penetrazione di nuove mete nei mercati arabi. Quest’anno con la Fiera turistica di Dubai la Regione Sardegna compie un notevole salto di qualità. Soddisfazione dell’Assessore regionale dei trasporti della Sardegna” La partecipazione della Sardegna alle migliori fiere internazionali è una componente fondamentale della promozione turistica nel mercato nazionale e internazionale, puntando a cogliere tutte le opportunità per conquistare nuovi mercati con l’obiettivo di una crescita costante dei flussi turistici.

Ovviamente, teniamo conto anche delle nuove rotte programmate delle compagnie aeree, come il Cagliari-Dubai che verrà inaugurato il prossimo 22 giugno”. Imponente ed importante lo stand della Regione Sardegna che sarà di circa 200 metri quadri e potrà ospitare un numero selezionato di dodici aziende appartenenti ad alcuni settori come: strutture ricettive alberghiere a 4/5 stelle; catene alberghiere; bus operator; società di gestione aeroportuali; compagnie aeree e di navigazione; aziende e agenzie di servizi e consulenza congressuale; lanci prodotto, espositori, seminari. In precedenza la Sardegna ha fatto alcuni tentativi nel territorio di uno degli Emirati Arabi uniti (Sharjah) di inserimento per la commercializzazione di prodotti dell’artigianato, cultura e musica come attesta la rassegna “ The Italien week in Sharjak” coordinata dal Consorzio Due Giare e dal Comune di Santu Lussurgiu e con la partnership della Regione Sardegna.

Questi approcci turistici con Dubai, che ha programmato la Regione Sardegna non possono essere isolati, ma devono essere necessariamente sviluppati e coordinati nel tempo, pena l’esclusione degli operatori turistici dalla rete turistico e alberghiera internazionale.