LA SOSTENIBILITÀ VINCE SUL CAMPO DELLA COPPA ITALIA DI VOLLEY FEMMINILE

In occasione delle partite della finale di Coppa Italia Volley Femminile al Palazzo dello Sport di Roma, la società benefit Ambiente e Salute, partner di Legambiente, ha affiancato l’organizzatore Master Group Sport per ridurre l’impatto ambientale dell’evento.

AMBIENTE
Monica Riccio
LA SOSTENIBILITÀ VINCE SUL CAMPO DELLA COPPA ITALIA DI VOLLEY FEMMINILE

In occasione delle partite della finale di Coppa Italia Volley Femminile al Palazzo dello Sport di Roma, la società benefit Ambiente e Salute, partner di Legambiente, ha affiancato l’organizzatore Master Group Sport per ridurre l’impatto ambientale dell’evento.

Sport e sostenibilità, un percorso possibile. In occasione della finale di Coppa Italia Volley Femminile disputate al Palazzo dello Sport di Roma – Coppa vinta da Conegliano – la società benefit Ambiente e Salute, partner di Legambiente, ha affiancato l’organizzatore Master Group Sport per ridurre l’impatto ambientale dell’evento, iniziando un percorso di ecosostenibilità.

Con i responsabili del Palazzo dello Sport, di Ama Roma e Legambiente sono state condivise circa venti buone pratiche presenti nel protocollo Ecoevents Legambiente.

Ecco le più importanti:

Piano di mobilità. È stato redatto un piano di comunicazione al pubblico per raggiungere la location con la mobilità sostenibile: a piedi, con i mezzi pubblici, in bici o tramite i servizi di green sharing mobility.

Risparmio energetico e idrico. Con i responsabili tecnici della venue sono stati fatti diversi colloqui per verificare lo stato dell’arte degli impianti di riscaldamento, di ventilazione, di illuminazione, di sensoristica, di erogazione dell’acqua, con l’obiettivo di sensibilizzare un graduale e continuo processo di efficientamento energetico e idrico.

Raccolta differenziata. Sono state fatte diverse riunioni con Ama Roma e i responsabili della struttura per poter iniziare un processo di raccolta differenziata con 3 tipologie: plastica e lattine; indifferenziata e mascherine; carta.

Utilizzo carta. È stato minimizzato l’utilizzo della carta, invitando il pubblico a non stampare il biglietto, utilizzando il telefonino. Sono stati stampati meno documenti cartacei negli uffici dell’Organizzatore Master Group Sport e negli uffici della venue. La comunicazione è stata fatta quasi esclusivamente in digitale per evitare carta, compresa le cartelline comunicati stampa.

Le buone pratiche. Durante l’evento sono stati trasmessi messaggi di buone pratiche sui grandi schermi con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico all’interno del Palazzo dello Sport e anche attraverso alcune riprese televisive dalla diretta Rai 2. Inoltre è stata organizzata una campagna media e social durante e nel post evento per comunicare l’impegno sostenuto dagli organizzatori per iniziare il percorso di abbattimento dell’impatto ambientale della manifestazione.

Il protocollo Ecoevents Legambiente
Organizzare eventi rispettando sempre l’ambiente: uno scopo auspicabile e possibile grazie alla certificazione Ecoevents realizzato da Legambiente in sinergia con la Rete d’Impresa ambiente e salute. Il marchio intende consentire agli organizzatori di eventi di poter contare su un percorso meritocratico, attraverso il quale considerare la sostenibilità un obiettivo raggiungibile. L’ottenimento del marchio avviene a seguito di un percorso di attenta valutazione che consente ai richiedenti di puntare ad un miglioramento continuo, edizione dopo edizione.

Risparmio idrico, abbattimento delle emissioni, corretta gestione dei rifiuti, lotta alla plastica, cibo a km 0, energie rinnovabili, comunicazione sustainability oriented: i cardini di un marchio che si accinge a diventare punto di riferimento nel mondo degli eventi.