Mobilità sostenibile, al via un servizio sperimentale

Car sharing e car pooling per i residenti e i pendolari di Sesto Fiorentino e Calenzano. Gli itinerari, orari e prenotazioni.

APPROFONDIMENTO
Susanna Bagnoli
Mobilità sostenibile, al via un servizio sperimentale

Car sharing e car pooling per i residenti e i pendolari di Sesto Fiorentino e Calenzano. Gli itinerari, orari e prenotazioni.

Sperimentare una mobilità sostenibile e facilitare scelte condivise per realizzare gli spostamenti in auto. Accade nella piana fiorentina con il progetto pilota di car sharing e car pooling The Ultimate Sharing Service (TUSS), che sarà testato in via sperimentale nei Comuni di Sesto Fiorentino Calenzano.

Il servizio sarà attivo entro la fine di aprile nei due comuni fino a venerdì 28 giugno e utilizzerà nove veicoli: quattro da otto posti e cinque da sei posti.  Potrà essere testato dai residenti di Sesto Fiorentino, dai pendolari che lavorano a Sesto o nella zona industriale di Calenzano. Gli spostamenti, che potranno essere prenotati tramite applicazione, devono comprendere la stazione ferroviaria di Sesto Fiorentino, che può essere stazione di partenza, o di destinazione o anche tappa intermedia dello spostamento.

Come funziona 

Le persone interessate alla sperimentazione dovranno installare l’App di TUSS  sul proprio cellulare e registrarsi con i propri dati. Gli utenti che saranno selezionati per la sperimentazione riceveranno un borsellino elettronico per prenotare il viaggio e le corse avranno un costo differente nel caso avvengano all’interno o all’esterno del Comune di Sesto Fiorentino. Il servizio di prova è inizialmente fornito dal lunedì al venerdì, esclusi i festivi, dalle 6 alle 19.

Se il viaggio è previsto per le prime ore del mattino la prenotazione della corsa va effettuata entro la sera prima (limite di prenotazione le 3 del mattino); per usare il servizio nel resto della mattinata e nel pomeriggio è necessario prenotare il servizio con almeno un’ora di anticipo sull’orario richiesto.

Foto di gruppo scattata a margine della presentazione pubblica del progetto

La collaborazione

Nato dalla collaborazione tra Università di FirenzeGruppo FS e la società di car sharing E-Vai, TUSS si basa sulla condivisione dei veicoli per le periferie urbane e le municipalità medio piccole delle città metropolitane. L’Ateneo ha collaborato alla realizzazione attraverso l’attività di ricerca dei Dipartimenti di Ingegneria Civile e Ambientale (DICEA), Ingegneria Industriale (DIEF) e Ingegneria dell’Informazione (DINFO). Alla presentazione hanno partecipato Marco Pierini, prorettore al trasferimento tecnologico dell’Università di Firenze, Adriano Alessandrini, docente di Trasporti e responsabile scientifico di TUSS, Lorenzo Falchi e Claudia Pecchioli, sindaco e vicesindaca di Sesto Fiorentino; Luca Beccastrini, del Coordinamento Fs Progetto del Centro Nazionale sulla Mobilità Sostenibile (MOST); Francesco Pedol, della smart mobility E-Vai.

Il progetto pilota TUSS, finanziato nell’ambito del Centro Nazionale sulla Mobilità Sostenibile (MOST) avviato coi fondi del PNRR, è supportato dalla Città Metropolitana di Firenze e dai Comuni di Sesto Fiorentino e Calenzano.

Foto fornita da ufficio stampa Unversità di Firenze