NOVITÀ E SCADENZE PER LE AZIENDE: IL WHISTLEBLOWING

Per le società di diritto privato senza modello organizzativo con minimo 250 dipendenti gli obblighi scattano dal 15 luglio, per quelle con minimo 50 dipendenti dal 17 dicembre 2023.

APPROFONDIMENTO
Laura Vagliente
NOVITÀ E SCADENZE PER LE AZIENDE: IL WHISTLEBLOWING

Per le società di diritto privato senza modello organizzativo con minimo 250 dipendenti gli obblighi scattano dal 15 luglio, per quelle con minimo 50 dipendenti dal 17 dicembre 2023.

Il D. Lgs. 24/2023, provvedimento attuativo della Direttiva UE 2019/1937, pubblicato in GU n. 63 del 15 marzo 2023 raccoglie in un unico testo normativo tutta la disciplina dei canali di segnalazione e delle tutele riconosciute ai whistleblower sia del settore pubblico che privato.

Il Whistleblowing consiste nella rilevazione spontanea da parte di un individuo di un illecito o di un’irregolarità commessa all’interno dell’azienda/ente rispetto alla quale lo stesso sia stato testimone.

Nel contesto sociale e aziendale, il whistleblowing emerge come un atto coraggioso e necessario per smascherare comportamenti illegali o immorali. Questo fenomeno, che vede individui all’interno di un’organizzazione segnalare atti illeciti, rappresenta una chiave per aprire le porte della verità e dell’etica.

In questo articolo, esploreremo il mondo del whistleblowing, evidenziando la sua importanza nella lotta contro la corruzione e nel promuovere la trasparenza.

Il whistleblowing è l’atto di denunciare, in modo formale o informale, violazioni di leggi, regolamenti o pratiche etiche all’interno di un’organizzazione. Gli individui che decidono di divulgare informazioni sensibili sono spesso definiti “whistleblower” e affrontano sfide significative, come il rischio di perdere il lavoro, la reputazione e talvolta anche la sicurezza personale. Inoltre, svolge un ruolo cruciale nel contrastare la corruzione: le segnalazioni di attività illegali o fraudolente all’interno di organizzazioni pubbliche o private possono mettere in moto indagini che portano alla scoperta di pratiche scorrette. Queste rivelazioni non solo proteggono i diritti dei whistleblower (in italiano significa appunto segnalatore) ma contribuiscono anche a ristabilire l’ordine e la giustizia.

Storici casi di whistleblowing hanno dimostrato il suo impatto positivo sulla società. Edward Snowden, un ex appaltatore della National Security Agency (NSA), ha svelato programmi di sorveglianza di massa, sollevando preoccupazioni sulla privacy dei cittadini. Sebbene controverso, il suo atto ha portato a un dibattito globale sull’equilibrio tra sicurezza nazionale e diritti individuali.

Per incoraggiare segnalazioni più aperte e un ambiente in cui la verità può emergere senza timori, è essenziale garantire protezioni adeguate per i whistleblower. Leggi specifiche che vietano il licenziamento o le rappresaglie contro coloro che segnalano violazioni sono fondamentali per creare un ambiente in cui gli individui si sentano sicuri nel rivelare informazioni importanti. Oltre alle suddette protezioni legali, è fondamentale promuovere una cultura di trasparenza all’interno delle organizzazioni. I dirigenti devono incoraggiare la segnalazione aperta e creare meccanismi che consentano agli individui di esporre le pratiche scorrette senza timori.

Il whistleblowing rimane una forza cruciale nella lotta contro la corruzione e nell’instaurare un clima di integrità nelle organizzazioni. Mentre le società si evolvono, è essenziale riconoscere il valore del whistleblowing come uno strumento chiave per garantire la responsabilità e proteggere i principi etici fondamentali su cui si basa una società giusta ed equa.

Come avviene la segnalazione di un illecito in un contesto aziendale?

L’azienda dovrà dotarsi di una piattaforma che consente ai segnalanti di poter portare all’attenzione uno o più fatti da segnalare. Le piattaforme per segnalare illeciti in ambito della normativa whistleblowing sono strumenti progettati per consentire a individui di segnalare violazioni, abusi o comportamenti illeciti all’interno di un’organizzazione in modo confidenziale e sicuro. Queste piattaforme sono fondamentali per garantire che i whistleblower possano denunciare pratiche scorrette senza timori di ritorsioni e per facilitare l’indagine e la risoluzione delle segnalazioni. Di seguito, esaminiamo come funziona una piattaforma di whistleblowing:

  1. Le piattaforme di whistleblowing offrono un canale sicuro e protetto per la presentazione delle segnalazioni. I whistleblower possono accedere a tali piattaforme in modo anonimo, riducendo così il rischio di essere identificati.
  2. La confidenzialità è un elemento chiave nelle piattaforme di whistleblowing. I whistleblower devono poter presentare segnalazioni in modo anonimo, proteggendo la loro identità durante il processo di segnalazione e nelle fasi successive.
  3. Le piattaforme sono progettate per essere user-friendly, consentendo agli utenti di presentare segnalazioni in modo chiaro e completo. Un’interfaccia intuitiva contribuisce a garantire che le segnalazioni contengano tutte le informazioni necessarie per un’efficace indagine.
  4. Una volta presentata la segnalazione, la piattaforma offre la possibilità di monitorare lo stato della denuncia. I whistleblower possono seguire l’evoluzione della loro segnalazione senza compromettere la riservatezza.
  5. Le piattaforme di whistleblowing possono inviare notifiche agli utenti per informarli sullo stato della loro segnalazione. Inoltre, un meccanismo di feedback può essere implementato per comunicare agli utenti le azioni intraprese in seguito alla loro segnalazione.
  6. Le segnalazioni effettuate attraverso queste piattaforme dovrebbero essere coperte da protezioni legali per evitare ritorsioni. Leggi specifiche possono essere previste per proteggere i whistleblower da licenziamenti ingiustificati o altri atti di rappresaglia.
  7. Le piattaforme di whistleblowing possono facilitare la comunicazione tra l’organizzazione coinvolta e le autorità competenti, garantendo che le indagini siano condotte in modo appropriato e che siano prese le misure necessarie.
  8. Al fine di massimizzare l’efficacia della piattaforma, le organizzazioni dovrebbero fornire formazione e sensibilizzazione a dipendenti e stakeholder, spiegando come utilizzare il sistema di whistleblowing e sottolineando l’importanza di segnalare comportamenti illeciti.

La corretta implementazione di una piattaforma di whistleblowing è essenziale per creare un ambiente in cui le segnalazioni di illeciti possano emergere senza paura di conseguenze negative per il whistleblower. La trasparenza, la sicurezza e le protezioni legali sono pilastri fondamentali per il funzionamento efficace di tali piattaforme.