PRIMAVERA D'IMPRESA, CREATIVITÀ IMPRENDITORIALE

Aperte le iscrizioni al concorso, un premio per le aziende che sanno rinnovarsi e puntano sull’innovazione. La presidente C.R.I.S.I.S. Nati: “Servono idee e progetti per il dopo pandemia”.

INIZIATIVE
La Redazione
PRIMAVERA D'IMPRESA, CREATIVITÀ IMPRENDITORIALE

Aperte le iscrizioni al concorso, un premio per le aziende che sanno rinnovarsi e puntano sull’innovazione. La presidente C.R.I.S.I.S. Nati: “Servono idee e progetti per il dopo pandemia”.

Un premio per le aziende che hanno saputo rinnovarsi meglio, affrontare le sfide causate dalla pandemia, diventare più competitive attraverso creatività, ricerca e innovazione. È “Primavera d’Impresa”, concorso senza scopo di lucro, ormai patrimonio comune di Enti, Associazioni di categoria e varie Fondazioni che da anni, con la segreteria e tesoreria della cooperativa C.R.I.S.I.S. mette insieme Enti pubblici, associazioni e giornalisti che si confrontano con micro, piccole e medie imprese su novità innovazioni e nuovi approcci di fare business per lo sviluppo dei territori.

Quest’anno con un’edizione ricca di novità che si svolgerà a Firenze con la premiazione in presenza. Le iscrizioni sono aperte fino al 30 maggio (a questo link tutte le informazioni e i documenti per l’iscrizione www.primaveraimpresa.it/iscriviti) , l’evento conclusivo si terrà il 14 e 15 giugno al Palazzo Congressi di Piazza Adua, con la premiazione delle prime tre aziende che si sono distinte per azioni che hanno garantito un maggior sviluppo ed un nuovo approccio del business a vantaggio della comunità.

“Dopo due anni di crisi pandemica siamo di fronte a una nuova primavera in cui nuove idee, imprese e progetti possono germogliare e crescere” afferma Cristina Nati, presidente di C.R.I.S.I.S.. “In questo quadro è ancora più necessario costruire luoghi nei quali impresa, ricerca e pubblici decisori s’incontrino per elaborare progetti di sviluppo sostenibili economicamente, socialmente e ambientalmente, per creare sinergie e collaborazioni efficaci e concrete”.

Primavera d’impresa è nata nel 2017 con l’obiettivo di fare rete e a far conoscere le migliori esperienze di lavoro, ricerca e innovazione presenti nel territorio, divulgare l’innovazione e l’impresa, premiando la creatività imprenditoriale delle PMI. Nel tempo l’iniziativa è cresciuta ed è diventata un network sempre più esteso, passando dai 41 candidati e 11 partner della prima edizione del 2018, ai 128 candidati e 15 partners dell’edizione 2020. Nel 2021 causa Covid non è stato svolto nessun evento in presenza, ma sono stati avviati webinar tematici e di formazione on line per imprese e professionisti, e pillole video delle aziende promosse su social e stampa online: sono state 450 aziende presenti nella piattaforma del network.

Ad oggi la rete di Primavera d’impresa conta 580 aziende rappresentative di tutte le province toscane, più il 5% di aziende fuori regione. Quest’anno la cerimonia finale ritorna in presenza. “Abbiamo scelto di estendere a due giornate lo svolgimento di Primavera d’Impresa così da poter garantire più spazio agli incontri tra i partecipanti attraverso il business-to-business e alla formazione e informazione con workshop che verteranno sui temi di ambiente, salute, turismo, innovazione tecnologica e lavoro, declinati in ottica di sostenibilità economica, ambientale e sociale”, conclude Sara Stefanini, amministratore delegato di C.R.I.S.I.S. e Project manager dell’evento conclusivo. Nel pomeriggio del 15 giugno si svolgerà un’agorà che vedrà la partecipazione di enti, università, associazioni e ospiti nazionali, moderata da giornalisti coordinati dal direttore responsabile Francesco Carrassi e dal direttore editoriale Luca Telese della testata “Stradenuove”. Verrà allestita anche una mostra fotografica, organizzata dall’Associazione 46° Parallelo, con il supporto della Regione Toscana, con gli scatti di giovani fotografi emergenti che raccontano la “Rinascita dei Territori”, attraverso immagini che ispirino positività e sviluppo.