UMBRIA: INVESTIMENTI PER UN’INDUSTRIA AGROALIMENTARE SOSTENEBILE

Le nuove risorse serviranno per finanziare interventi di innovazione per aumentare l’efficienza e lo sviluppo sostenibile delle aziende che operano nella trasformazione e commercializzazione.

AMBIENTE
Monica Riccio
UMBRIA: INVESTIMENTI PER UN’INDUSTRIA AGROALIMENTARE SOSTENEBILE

Le nuove risorse serviranno per finanziare interventi di innovazione per aumentare l’efficienza e lo sviluppo sostenibile delle aziende che operano nella trasformazione e commercializzazione.

Il cuore verde d’Italia sceglie di essere sempre più tech e green. La Regione Umbria non perde infatti  l’occasione di sfruttare, nel senso della sostenibilità,  i fondi per finanziare progetti di ricerca e innovazione portati avanti da quelle aziende agroalimentari che sanno fare trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli. Uno stanziamento di 830 mila euro è la cifra messa a disposizione per questa tipologia di aziende e ad annunciarlo è stato l’assessore regionale all’Agricoltura Roberto Morroni, che ha parlato di risorse importanti per promuovere gli investimenti aziendali.

Risorse che sono state aggiunte al bilancio regionale come previsto dall’Accordo Stato Regioni, siglato nel 2018, per il rilancio degli investimenti pubblici. Come ha sottolineato l’assessore “La Regione ha voluto cogliere l’opportunità preziosa offerta dall’intesa per aiutare la crescita e lo sviluppo del territorio, indirizzando le risorse al potenziamento e alla valorizzazione delle filiere produttive agroalimentari, punto di forza dell’agricoltura e dell’economia del territorio”.

A breve dovrà essere aperto un bando e le aziende agroalimentari umbre potranno presentare una domanda di contributo per usufruire di queste risorse, per realizzare investimenti che dovranno essere fatti entro il 2022. Le condizioni per ottenere i finanziamenti saranno le stesse di quelle previste dal bando della sotto misura 4.2 del Psr (Piano di sviluppo rurale) per gli investimenti per la trasformazione, la commercializzazione e lo sviluppo di nuovi prodotti agricoli.

Una opportunità che punta a incentivare l’introduzione di investimenti innovativi per migliorare e ottimizzare la sostenibilità di processo o di prodotto, stimolare il riutilizzo e il riciclo di materiali e dei prodotti esistenti, e per orientare l’intero comparto verso l’economia circolare.

In particolare verranno forniti contributi per sostenere gli investimenti per l’acquisto di macchine, attrezzature e impianti innovativi, funzionali all’ammodernamento tecnologico, al miglioramento e alla razionalizzazione dei processi produttivi, purché contribuiscano a una ripresa economica sostenibile e digitale e che siano in linea con gli obiettivi agro climatico ambientali europei.
Il nuovo bando offrirà un contributo del 50% delle spese ammissibili sostenute, con un contributo massimo ad azienda di 50mila euro.