VACANZE IN ITALIA: UMBRIA LA PIÙ CERCATA SU GOOGLE

Secondo l’Ufficio Studi Enit, è l’Umbria la prima fra le regioni cercate su Google per trascorrere le vacanze nel Bel Paese.

TURISMO
Tempo di lettura:5 Minuti
Monica Riccio
VACANZE IN ITALIA: UMBRIA LA PIÙ CERCATA SU GOOGLE

Secondo l’Ufficio Studi Enit, è l’Umbria la prima fra le regioni cercate su Google per trascorrere le vacanze nel Bel Paese.

Il cuore verde della Penisola batte al primo posto nel cuore dei vacanzieri. “Il bollettino di giugno dell’Ufficio Studi Enit sull’andamento del turismo assegna all’Umbria un punteggio pieno di cento su cento, posizionando l’Umbria prima assoluta tra le top ten delle regioni italiane per le ricerche effettuate su Google per le vacanze in Italia”. Lo ha annunciato l’assessora regionale al Turismo, Paola Agabiti, commentando i dati elaborati da Enit e relativi all’ultimo periodo rilevato, che va dal 15 maggio al 6 giugno 2021.

L’Umbria è l’unica regione italiana che non ha confini marittimi. Ma la spiccata varietà paesaggistica, in virtù del continuo susseguirsi di aree collinari e fondovalle fluviali, e il variegato territorio costellato da città ed insediamenti ricchi di storia e tradizioni quest’anno sembrano premiarla come meta turistica più gettonata. Nella slot machine delle ricerche on line per trovare la vacanza più desiderata dopo la pandemia di Covid-19, è la Regione che vince la stagione turistica.

«E’ un dato che rileviamo con grande soddisfazione e che è sicuramente di ottimo auspicio per la ripresa del nostro turismo dopo lo stop dettato dalla pandemia. Il periodo analizzato da Enit – ha aggiunto Agabiti – coincide peraltro con l’avvio della campagna promozionale curata da Armando Testa che come Regione Umbria abbiamo avviato proprio a metà del mese di maggio con lo slogan ‘io amo il mare dell’Umbria’. Si tratta dunque di un ulteriore fattore di soddisfazione che ci conforta sulla validità delle azioni promozionali che abbiamo messo in campo a sostegno dell’intero settore e che, a giudicare dai dati Enit, sembrano dare ottimi riscontri. La stagione che si è aperta ci fa ben sperare, grazie alla possibilità di una maggiore mobilità turistica sia nazionale, che internazionale con l’introduzione del green pass. Perciò – ha concluso l’assessore – proseguiremo secondo la linea di marcia che ci siamo dati a sostegno della promozione del turismo umbro, convinti che rappresenta l’anello fondamentale per la ripresa dell’intera economia regionale».

Secondo la rilevazione effettuata dall’ufficio studi di Enit le ricerche Google di vacanza per regioni vedono, dopo l’Umbria con il punteggio massimo, la Campania (91%), la Lombardia (al 71%), il Piemonte (al 70%) a seguire Marche, Valle d’Aosta, Toscana – Puglia a pari merito (con il 63%), Emilia Romagna e Lazio (con il 62%) Liguria e Veneto con il 55%.