IL FANTASTICO MONDO DI PAUL

Non più prodotti per bambini, i grandi classici dell’animazione tv giapponese oggi sono oggetto di arte, collezionismo e passione per oltre 4 generazioni. In questa rubrica analizzeremo le serie mitiche, con lo sguardo di chi visse il loro arrivo in Italia la prima volta…

RUBRICA
a cura di Ryancreation Cove
IL FANTASTICO MONDO DI PAUL

Non più prodotti per bambini, i grandi classici dell’animazione tv giapponese oggi sono oggetto di arte, collezionismo e passione per oltre 4 generazioni. In questa rubrica analizzeremo le serie mitiche, con lo sguardo di chi visse il loro arrivo in Italia la prima volta…

Ascolta la notizia:

I GRANDI MITI ANIMATI NIPPONICI

Titolo Originale: Paul no miracle dai sakusen
Anno di produzione: 1976
Episodi: 50
Prima trasmissione in Italia: 1980, Rete A,. Rete 4, Italia 1 (dal 16 agosto 2005)
Edizione italiana a cura di: Cooperativa Sincrovox
Sigla: Patrizia Pradella

Paul, nel giorno del suo compleanno, riceve in regalo un orsacchiotto che si rivela essere un folletto in grado di aprire la porta che separa il nostro mondo da un’altra dimensione.

Durante una di queste straordinarie passeggiate, Nina, l’amica del cuore di Paul, viene rapita dal malvagio Belt-Satan.

Tornato nel mondo reale, Paul viene accusato dai genitori di Nina della scomparsa della figlia.

Decide quindi di dedicarsi con tutte le sue forze alla liberazione dell’amica, aiutato da Bakù, il peluche, con la sua bacchetta magica, e da Doppe il cane di Nina, San Bernardo volante e con l’eccezionale infallibilità del suo magico Yo-Yo. Belt-Satan ha un solo punto debole: le corna! Riusciranno a scoprirlo?

Io c’ero*

Chi ha incontrato Paul per la prima volta lo ha fatto su una rete minore. Dopo l’esordio su Rete A, infatti, le avventure del ragazzino con lo yoyo sono state acquisite da televisioni locali e regionali (come il circuito Junior TV). Yamato Video ne ha curato un’edizione ottima, andata in onda nel 2005 sulle reti Mediaset

*Nicola Carrassi, autore de ‘Il Grande libro di Cartoni & Tv’. Sperling &Kupfer

Le immagini mostrate, a completezza dell’informazione, appartengono ai rispettivi autori e detentori dei copyright. © i