Rocky Joe, il Campione

Non più prodotti per bambini, i grandi classici dell’animazione tv giapponese oggi sono oggetto di arte, collezionismo e passione per oltre 4 generazioni. In questa rubrica analizzeremo le serie mitiche, con lo sguardo di chi visse il loro arrivo in Italia la prima volta…

RUBRICA
a cura di Ryancreation Cove
Rocky Joe, il Campione

Non più prodotti per bambini, i grandi classici dell’animazione tv giapponese oggi sono oggetto di arte, collezionismo e passione per oltre 4 generazioni. In questa rubrica analizzeremo le serie mitiche, con lo sguardo di chi visse il loro arrivo in Italia la prima volta…

Ascolta la notizia:

I GRANDI MITI ANIMATI NIPPONICI

Titolo Originale: Ashita no Joe

Anno di produzione: 1970

Episodi: 126

Prima trasmissione in Italia: 1982, Rete 4

Edizione italiana a cura di: CD Cooperativa Doppiatori

Sigla: Gli amici di Joe (sono gli Oliver Onions sotto pseudonimo) – Massimo Dorati

rocky joe

Rocky Joe è un giovane orfano cresciuto nei bassifondi della Tokyo degli anni ’70.

Durante una lite con altri teppisti, colpisce Frank Miller, un ex pugile alcolizzato. Frank riconosce subito in Rocky Joe la stoffa del campione e gli si propone come insegnante, offrendogli anche vitto e alloggio.

Rocky accetta, ma il pugilato non lo attrae per niente: sfruttando la generosità di Frank continua le sue malefatte fino a ricevere una denuncia da una giovane aristocratica vittima di una sua truffa, Alex Shiraki. È così condannato a 13 mesi di riformatorio, duri e massacranti, durante i quali si aggrapperà proprio alla boxe per superare il lungo periodo di detenzione.

Rocky, dopo aver vinto i primi incontri, inizia la sua scalata verso titoli sempre più alti, fino a giungere al match decisivo per la conquista del titolo!

Rocky Joe

Io c’ero*:

Nella versione italiana, l’avversario di Rocky nella sfida finale per il titolo di campione assoluto vince l’incontro ai punti, anche se il nostro campione sembra essere il vincitore morale. Nella versione originale, invece, Rocky Joe torna distrutto al suo angolo alla fine del match e muore mentre Mendoza viene proclamato vincitore.

 

*Nicola Carrassi, autore de ‘Il Grande libro di Cartoni & Tv’. Sperling &Kupfer

 

Le immagini mostrate, a completezza dell’informazione, appartengono ai rispettivi autori e detentori dei copyright.